Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tagli del governo ai magistrati

Giustizia appiedata: Grasso, la macchina non deve incepparsi


.

Giustizia appiedata: Grasso, la macchina non deve incepparsi
20/10/2011, 15:10

NAPOLI - Dopo la protesta dei poliziotti per i tagli del governo la cui conseguenza surreale è anche la mancanza di benzina nelle autovetture di servizio, è la volta dei magistrati a cui hanno addirittura tagliato le scorte e le autovetture con le quali spostarsi. Su questo argomento e nell'ambito della presentazione alla Pignasecca della prima piazza derackettizzata, si rigistra l'intervento del procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Il numero uno dell'antimafia ha incontrato anche i magistrati appiedati dal giro di vite che il governo ha operato sulle scorte e sulle spese relative al trasporto. Magistrati sempre più esposti a rischi personali, dunque, in una Napoli sempre più pericolosa che non offre ripari nella decennale guerra tra i clan per la spartizione delle aree di competenza. Piero Grasso è stato chiaro su questo, sottolineando che "la macchina della giustizia non può e non deve incepparsi".

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©