Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli operatori ecologici di Lacco Ameno in stato di agitazione


Gli operatori ecologici di Lacco Ameno in stato di agitazione
29/01/2013, 13:32

In segno di protesta contro il mancato pagamento dello stipendio, i dipendenti addetti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani del Comune di Lacco Ameno hanno deciso di incrociare le braccia. Lamentano il mancato pagamento della tredicesima, della mensilità di dicembre e quella di gennaio ormai alle porte. Dramma nel dramma, tra gli operatori ecologici di Lacco Ameno figura Paolo Monti, Paoletto per gli amici, il lavoratore a cui due anni fa è stata abbattuta l’umile casetta che condivideva con la moglie e i due bambini piccoli e che da allora vive la sua esistenza tra inenarrabili difficoltà. Intanto alla “167”, dove tra l’altro i residenti da anni sono sul piede di guerra per la presenza dell’area di travaso dei rifiuti collocata sotto le finestre delle proprie case, i lavoratori attendono il pagamento dei loro stipendi, affinché si possa anche riportare serenità nelle loro famiglia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©