Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gragnano: Inaugurazione delle Aree Polifunzionali della "Renato Fucini"


Gragnano: Inaugurazione delle Aree Polifunzionali della 'Renato Fucini'
21/04/2012, 14:04

Quella che si respirava ieri, 20 Aprile, all'inaugurazione delle Aree Polifunzionali della Scuola Secondaria di 1° Grado Renato Fucini di Gragnano era aria di casa, di famiglia, di amicizia. Un grande cuore pulsante fatto di tanti altri cuori, alcuni più giovani, altri più adulti, che scandiva il tempo di un entusiasmo sano e colmo di gioia. I docenti di musica che, per la prima volta, si sono esibiti tutti insieme, erano seduti lí tra l'orchestra di alunni che li accompagnava, ed erano così bene amalgamati che tra loro non c'era più distinzione. La stessa emozione segnava i loro visi e la stessa soddisfazione illuminava i loro occhi. Hanno suonato due brani, affascinando la platea: Tea for two e Besame mucho, poi standing ovation di docenti, autorità e dei genitori che a casa ascoltano le esercitazioni dei loro figli musicisti, ma che a sentirli tutti insieme, tutti a tempo non sono riusciti a nascondere lo stupore tinto di orgoglio. Ad aprire la manifestazione, alla quale erano presenti i sindaci dei comuni limitrofi, i dirigenti scolastici del territorio, il Comandante della locale stazione dei Carabinieri Sossio Giordano, il dirigente dell’ufficio servizi sul territorio Arch. Enza Coda con tutto il suo staff, docenti e genitori – è stata l’orchestra giovanile composta da 60 alunni.
Attraverso un video reportage intitolato "Come Eravamo" la scuola ha mostrato le immagini “del prima e del dopo”, evidenziando le grosse carenze che c’erano e la grande opportunità offerta alle Istituzioni scolastiche dai Fondi Europei. Infatti grazie al Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) la Scuola Secondaria di 1° Grado Renato Fucini, ha avuto la possibilità di realizzare delle aree polifunzionali nelle quali hanno preso vita quattro laboratori: scientifico, multimediale, linguistico, musicale.
La serata è proseguita con la splendida voce di una giovanissima alunna della Fucini, M.E., che è stata giustamente definita “la voce di un angelo”.
Il Dirigente Scolastco Imma Perrella, emozionata e soddisfatta, ha sottolineato l'impegno profuso per la realizzazione di queste opere. Grazie all’Europa e alla Regione Campania sono stati stanziati i fondi necessari, ma solo un lavoro di team ha reso possibile la loro attuazione. I progettisti - Prof. Arch. Marco Sacco, Prof.ssa Silvia Rocco e prof.ssa Arch. Antonella Cascone - hanno infatti lavorato per mesi collaborando con la Dirigente per ottenere i risultati straordinari che tutti hanno potuto ammirare.
“Ora non resta che raccogliere i frutti di questo duro lavoro, spronando gli alunni a sfruttare tutte le potenzialità delle strumentazioni di cui finalmente possono usufruire” - afferma fiduciosa la Dirigente Perrella - che spera di poter proseguire con iniziative analoghe grazie alle quali la scuola da lei diretta possa continuare a crescere e migliorare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©