Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Grasso, evitare ingresso clan nella ricostruzione abruzzese


Grasso, evitare ingresso clan nella ricostruzione abruzzese
14/04/2009, 17:04


Anche Roberto Saviano è andato in Abruzzo. L’ombra dei clan si è allargata nella regione negli ultimi anni? Il problema sono i clan, a tutti i livelli, che cercheranno di accaparrarsi la ricostruzione. In Abruzzo l’attenzione deve spostarsi su altri “sciacalli”. Non solo su quelli che depredano le case. Sono gli sciacalli in grande stile, ovvero i gruppi mafiosi che potrebbero mirare ai soldi e agli appalti della ricostruzione. A lanciare l’allarme è il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso: “Nessun allarme specifico – precisa Grasso all’Adnkronos - ma una dovuta attenzione, sulla scorta di quanto purtroppo già successo in passato e che non deve più ripetersi”.
Ovvio il riferimento alla Campania del post-Ottanta. Ora Grasso assicura il massimo impegno affinché “i soldi destinati a ricostruire quanto distrutto dal terremoto nel comune e nella provincia dell’Aquila vadano alle persone colpite da questa immane tragedia e non servano ad arricchire ulteriormente i clan della camorra o di altre organizzazioni criminali. Alle inchieste sul passato, su casi come quelli del crollo della casa dello studente e dell’inagibilità dell'ospedale dovrà affiancarsi un impegno volto al futuro, a non ripetere gli errori del passato nella ricostruzione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©