Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

GRAVINA, I RISULTATI DELL’AUTOPSIA SUI CORPI DEI DUE FRATELLINI


GRAVINA, I RISULTATI DELL’AUTOPSIA SUI CORPI DEI DUE FRATELLINI
29/02/2008, 11:02

I risultati delle indagini autoptiche condotte sui corpicini dei due fratellini Pappalardi hanno consentito una ricostruzione delle circostanze della loro morte: Ciccio è morto subito, mentre Tore ha dovuto affrontare una lunga agonia. “La Tac ha confermato le lesioni importanti riportati alle gambe dal fratello maggiore, Francesco. Savatore, invece, non avrebbe lesioni, se non una piccola frattura al piede che evidenzierebbe che il bambino è caduto in pedi”: lo ha dichiarato il consulente di parte, professor Luigi Strada, al termine delle prime indagini. Secondo gli inquirenti, Salvatore sarebbe sopravvissuto al fratello maggiore almeno un giorno, durante il quale avrebbe tentato disperatamente di uscire dalla cisterna. L’accusa sostiene che i fratellini sarebbero caduti mentre erano in fuga dall’ira del padre Filippo, il quale voleva punirli perché si erano bagnati mentre giocavano. Dovrà rendere nuovamente la sua testimonianza, nel corso di un incidente probatorio in contraddittorio, il baby-testimone 14enne che afferma di aver visto Ciccio e Tore salire sull’auto del padre. Per il momento, dunque, Filippo Pappalardi resta l’unico indagato della morte dei suoi figli.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©