Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Settecento firme contro la vivisezione

Green Hill, il no di Napoli

Cani e padroni in piazza anche a Napoli

.

Green Hill, il no di Napoli
08/05/2012, 14:05

Settecento no a Green Hill. Cani e padroni in piazza anche a Napoli, come in altre città italiane, per raccogliere firme per chiedere la chiusura di Green Hill, la società bresciana di allevamento di animali da laboratorio, e per il boicottaggio dei campionati Europei di calcio previsti in Polonia ed Ucraina dove, secondo le denunce delle associazioni mondiali a difesa degli animali, "si sta perpetuando una vera e propria mattanza dei cani e gatti randagi". In piazza del Plebiscito, davanti al palazzo della Prefettura, si sono date appuntamento decine di persone con i loro cani esponendo striscioni e foto choc che ritraevano animali vivisezionati. Tra i manifestanti anche degli ultras del Napoli che, solidarizzando con gli animalisti, hanno portato uno striscione con la scritta 'Boicottiamo Euro 2012, basta coi cani morti in Ucraina'.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©