Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La donna trovata cadavere all'ultimo piano di uno stabile

Grida: "Aiuto, mi uccidono", ma nessuno si muove


Grida: 'Aiuto, mi uccidono', ma nessuno si muove
18/06/2012, 15:06

LIVORNO - Una donna di 38 anni è stata uccisa oggi a Livorno, verso le 13, in uno stabile di via Giordano Bruno. Non è ancora chiara la dinamica, ma da quanto si è saputo la donna è entrata nello stabile, suonando a tutti i campanelli, gridando "Aiuto, mi inseguono per uccidermi". mentre saliva piano per piano, qualcuno l'ha anche sentita chiedere aiuto al cellulare (secondo alcuni degli inquilini di quel palazzo, parlava con il fratello), ma nessuno ha aperto la porta per salvarla. E alla fine l'assassino l'ha raggiunta laddove la donna non aveva più scampo, al quarto e ultimo piano del palazzo, uccidendola e lasciandola riversa al suolo. Dopo di che se ne è andato tranquillamente via, senza che nessuno lo disturbasse. Solo dopo un po' di tempo qualcuno ha chiamato la Polizia, che però quando è arrivata ha potuto solo constatare il decesso della donna e cominciare le indagini, avendo tra le mani ben poco.
Sul corpo della donna non sono state riscontrati segni di colluttazione, ma la cosa non deve stupire: braccata per diversi minuti, si è trovata imprigionata con le spalle al muro dopo aver visto che nessuno la aiutava. Normale che a quel punto subentri un senso di ineluttabilità e di rassegnazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©