Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Guardia di Finanza, cambio al vertice alla caserma di Coppito


Guardia di Finanza, cambio al vertice alla caserma di Coppito
08/10/2010, 15:10


L’AQUILA - Cerimonia di avvicendamento stamane presso la scuola di ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza di Coppito, ospitata nella caserma “Giudice”, la struttura da cui è stato gestito il dopoterremoto e si è tenuto il vertice G8 del 2009. Al generale di brigata Fabrizio Lisi, giunto a l’Aquila il 28 aprile 2008 dove ha gestito la delicata fase del dopo sisma e del summit dei grandi, è subentrato il pari grado Carmine Lopez, capo del reparto “Logistica” del comando generale di Roma. A sancire il passaggio di consegne il generale di Corpo d’Arma Elio Virginio Cicciò, ispettore degli istituti di istruzione delle fiamme gialle, presente anche il prefetto dell’Aquila Giovanna Maria Iurato.
C’è stata anche la gradita sorpresa dell’arrivo del sottosegretario di stato Guido Bertolaso, il quale giunto poche ore dopo il tremendo terremoto che uccise trecento persone, scelse la caserma di Coppito come base operativa per coordinare i soccorsi ai terremotati. La Guardia di Finanza ha voluto ricordare la città ferita dedicandole il proprio calendario ufficiale.
“Ho vissuto momenti indimenticabili – ha spiegato il generale Lisi, da domani trasferito nella Capitale -, con Bertolaso abbiamo ricordato le prime ore di quel 6 aprile 2009 quando lui atterrò a Coppito, vide la struttura e decidemmo di far partire la gestione l’emergenza da qui. Ci fu grande solidarietà da tutta l’Italia, ma la cosa importante fu che si riuscì a coordinare e soprattutto razionalizzare soccorsi ed aiuti alimentari: non era facile. Mi sostituirà il generale Lopez, un ufficiale valoroso”.
Alla cerimonia ha preso parte anche il titolare dell’azienda casearia di Capaccio (Salerno) “La Perla del mediterraneo” che ha fornito di mozzarella di bufala il summit del G8, il quale è stato ringraziato dal generale Lisi per la bontà del suo prodotto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©