Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Guardia di Finanza, Napoli: sequestrati oltre due quintali di molluschi


Guardia di Finanza, Napoli: sequestrati oltre due quintali di molluschi
21/01/2011, 11:01

La domanda di prodotto ittico, in Campania, non è limitata soltanto al periodo festivo, pertanto le aspettative dei consumatori alimentano un fiorente commercio destinato a rifornire costantemente i ristoranti e mercati.

Il giro di affari connesso, e la prospettiva di facili guadagni inducono operatori disonesti a introdurre in commercio prodotti ittici raccolti con tecniche vietate e igienicamente non idonei all’alimentazione.

In questo contesto la Guardia di Finanza, nell’ambito dell’articolato dispositivo di vigilanza economico-finanziaria delle acque e delle coste regionali a integrazione dell’attività compiuta sul territorio, esercita un servizio di prevenzione e repressione delle condotte illecite della specie.

I militari della Stazione Navale di Napoli, nel periodo compreso tra il 18 ed il 21, hanno portato a termine nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di polizia economico-finanziaria e tutela del patrimonio biologico e marino dei golfi di Napoli e Salerno, una articolata operazione di prevenzione e controllo, pianificata e disposta dal Reparto Operativo Aeronavale della guardia di Finanza di Napoli.

L’attività si è svolta mediante il coordinato impiego di due guardacoste e tre vedette veloci.
I finanzieri hanno controllato numerosi pescherecci, alcuni dei quali, sorpresi a pescare a strascico in zona vietata, cioè in specchi acquei con fondale inferiore ai 50 metri prescritti dalla vigente normativa.

I militari hanno anche sorpreso due pescatori di frodo, P.A. originario di Napoli e M.M. di Torre del Greco, prontamente segnalati alla competente autorità marittima, intenti alla raccolta di molluschi nelle acque portuali.

Sono stati sequestrati complessivamente oltre due quintali di prodotti ittici e relativi attrezzi, per la maggior parte mitili, prelevati in aree non idonee alla raccolta e conseguentemente non salubri, destinati ad essere venduti al mercato nero con comprensibili rischi per la salute pubblica.

Sono state irrogate sanzioni amministrative per complessivi euro 3.000. Durante il servizio sono stati controllati diversi natanti da diporto e contestate numerose irregolarità amministrative per infrazioni al Codice della Nautica da Diporto.

I controlli hanno riguardato principalmente le isole, i litorali Flegreo e Domizio, i golfi di Salerno e di Policastro.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©