Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Guardia di finanza: sequestrati circa 7 kg di marijuana


Guardia di finanza: sequestrati circa 7 kg di marijuana
29/11/2012, 12:08

Nel comune napoletano di Piano di Sorrento, nella notte sono stati sequestrati da parte dei militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Napoli,7 chilogrammicirca  di marijuana già essiccata e pronta per la vendita, arrestando il responsabile trovato in possesso della sostanza stupefacente, un 49enne incensurato, e denunciando a piede libero la figlia convivente. Le indagini condotte dai militari della Tenenza di Massa Lubrense - Gruppo di Torre Annunziata, sono partite a seguito di un’approfondita attività info-investigativa svolta nella Penisola Sorrentina dagli uomini delle Fiamme Gialle che hanno portato ad individuare i canali di approvvigionamento della specifica sostanza stupefacente sempre maggiormente consumata sul territorio, in particolar modo da ragazzi in giovane età. Le successive attività, culminate nella perquisizione dell’abitazione e del terreno limitrofo del’uomo, hanno consentito ai finanzieri di rinvenire, abilmente occultato, lo stupefacente sequestrato. Gli investigatori, infatti, hanno trovato 5 chili e mezzo di marijuana, ben essiccata e già pronta per il confezionamento in dosi, nascosta tra lo scatolame riposto nella dispensa della cucina all’interno di scatole di biscotti, barattoli di caffè e pignatte in terracotta. All’interno del forno a legna  spento della cucina, sono stati ritrovati 27 arbusti secchi di piante di marijuana del peso di circa500 grammipronti per essere distrutti, poiché era “scarto di lavorazione” inutilizzabile. Le successive operazioni di perquisizione, estese agli altri locali dell’appartamento, hanno consentito di scoprire più di un chilo di sostanza stupefacente essiccata e pronta all’uso e circa 4.500 semi di marijuana destinati sicuramente alla successiva coltivazione. Le attività di ricerca si sono estese, quindi, all’intero perimetro del terreno circostante destinato prettamente a coltivazione agricola, dove, completamente nascosta tra rigogliosi alberi di limoni e arance, veniva rinvenuta un’area destinata esclusivamente alla coltivazione della marijuana e veniva ritrovata, ancora piantata nel terreno, una piccola pianta di circa35 centimetridi altezza. Le indagini hanno permesso anche di accertare che il responsabile provvedeva in proprio all’essicazione dello stupefacente, utilizzando un locale caldaia dove sono stati trovati residui di marijuana, e al successivo confezionamento. L’operazione condotta ha portato al sequestro complessivo di6,756 chilogrammidi marijuana, di 27 arbusti secchi di piante di marijuana (con radici dal peso di circa500 grammilordi), di grammi 45,4 di semi e della pianta di cannabis. Il responsabile, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Poggioreale in attesa di giudizio e la figlia convivente denunziata a piede libero all’Autorità Giudiziaria.           L’attività di servizio condotta dai militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Napoli conferma l’endemicità del lucroso business della coltivazione di cannabis che vede coinvolti numerosi soggetti anche della penisola sorrentina. Considerando il prezzo al dettaglio di circa 10 euro il grammo, infatti, il valore della sostanza stupefacente sequestrata sul mercato sarebbe stato di circa 70.000 euro.  L’esito delle indagini condotte testimonia la costante attività posta in essere dalla Guardia di Finanza, quale organo di polizia economica e finanziaria, per contrastare gli illeciti nel delicato settore dello spaccio di sostanze stupefacenti, in aderenza all’attività intrapresa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata nel proprio circondario.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.