Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Non voglio fare la fine di Julian Assange”

Guatemala: E’ stato arrestato John McAfee


Guatemala: E’ stato arrestato John McAfee
06/12/2012, 09:32

CITTA' DEL GUATEMALA - Ore di preoccupazioni per John McAfee: sono scattate le manette per il genio degli antivirus del mondo informatico.
Secondo le ultime informazioni, l’uomo, coinvolto nella vicenda giudiziaria per l’omicidio di un suo vicino di casa avvenuto l’11 novembre a San Pedro Town, sull'isola di Ambergris, è stato arrestato in Guatemala con l’accusa di esservi entrato illegalmente.
L’imprenditore è stato condotto in un residence che fa parte del dipartimento dell'Immigrazione ed è sotto continua sorveglianza.
Il prossimo obiettivo sarà di condurre l'uomo in Belize. Il processo che lo vede coinvolto dovrebbe avere termine a breve.
Le autorità affermano che tra Guatemala e Belize non vi è un trattato di estradizione e che, soprattutto, su McAfee non pende un mandato di arresto internazionale.
Tuttavia, anche precedentemente, McAfee non aveva nascosto la sua preoccupazione: “Voglio essere chiaro questo si deve alla persecuzione”, e più volte aveva definito la sua condizione come analoga a quella di Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, ammalato e fermo nell’ambasciata londinese dell’Ecuador.
Preoccupato per i suoi familiari, il genio informatico aveva poi comunicato alla stampa che: “15 soldati armati sono venuti e hanno sequestrato la mia domestica, minacciato di torturare il padre di Sam (la sua fidanzata) e sono andati via con mezzo milione di dollari di roba mia. Dicono che non ce l'hanno con me, ma ci sono state otto perquisizioni a casa mia”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©