Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Questione Baia Felix

Guida chiede sopralluogo al Sindaco Aldo Izzo


Guida chiede sopralluogo al Sindaco Aldo Izzo
27/06/2011, 17:06

CELLOLE - L’Associazione Baia Felix, nella persona del presidente Gennaro Guida, ha chiesto ufficialmente al Sindaco Aldo Izzo di incontrarlo direttamente a Baia Felice per farlo constatare di persona lo stato in cui versa Baia Felice, della totale assenza dei principali servizi di pulizia stradale oltre la grave situazione dei rifiuti che di e’ creata in quest’ultimo Week End. Il motivo principale dell’incontro e’ quello di fare delle proposte concrete al Sindaco ricevere l’impegno immediato con i fatti da parte del primo cittatino, cosi come dimostrato dalla precedente amministrazione in questi ultimi mesi, di intervenire alla risoluzione dei problemi sottoposti ufficialmente con un esposto il 9 Giugno c.m. a cui non e’ seguito praticamente nulla, nemmeno il minimo intervento degli oltre 30 punti richiesti. Lo stesso Sindaco in quella data si era impegnato insieme all’Assessore Carmine Rocco di cui la delega all’ambiente per gli interventi fattibili a breve scadenza. Invitiamo con questa lettera il Sindaco Izzo ad incontrarci presso Baia Felice la mattina del giorno 1 Luglio 2011 dove trovera’ una ns. delegazione per accompagnarlo in un tour nella Baia ad esaminare di persona i ns. problemi storici ed irrisolti. Rimangono comunque oscuri i motivi per cui,sistematicamente, ogni anno ci ritroviamo in una situazione di totale emergenza con il villaggio turistico Baia Felice riguardo la tematica rifiuti e gestione del Territorio, dove con una raccolta differenziata e programmata potremmo risolvere il 70% dei problemi !! Chiediamo ai mezzi di Stampa di diffondere il ns. comunicato per coinvolgere anche l’opinione pubblica di Cellole e del litorale domizio in generale per quanto riguarda nostra causa, e per dimostrare a tutti che la nostra azione sara’ incessante per ottenere i nostri diritti con qualsiasi mezzo nessuno escluso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©