Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha un infarto sul Frecciarossa, non c'è il defibrillatore e muore


Ha un infarto sul Frecciarossa, non c'è il defibrillatore e muore
17/11/2012, 14:03

TORINO – Sale sul treno Frecciarossa in partenza da Torino, poco dopo entra in una toilette e avverte un malore. Uscito dal bagno crolla a terra sotto gli occhi di tutti i passeggeri.L'uomo, 56 anni, viene subito assisitito da più di un medico presente sul treno. Inutili i tentativi di rianimazione e richieste di un defibrillatore, la risposta ricevuta è stata: "Sul treno non c’è il defibrillatore". Infatti a disposizione di passeggeri e personale c’è solo una valigetta per il pronto soccorso contenente cerotti e disinfettante.  Al capotreno è stato chiesto di fermare il treno, ma la prima sosta è avvenuta dopo 40 minuti, alla stazione di Rho Fiera. Troppo tardi però, l’uomo caricato sulla barella viene immediatamente dichiarato morto.

Intanto le Ferrovie dello Stato ci tengono a far sapere che la scelta di fermare il treno a Rho è stata necessaria: “Se il treno avesse deviato per raggiungere la linea storica e fermare il treno a Novara avrebbe impiegato più tempo e il risultato sarebbe stato ancora peggiore.”

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©