Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fuori uso anche il portale del Viminale

Hacker di Anonymous colpiscono siti di polizia e carabinieri


Hacker di Anonymous colpiscono siti di polizia e carabinieri
03/04/2012, 20:04

ROMA –Gli hacker di Anonymous hanno messo fuori uso i siti di polizia, carabinieri e ministero dell'Interno. I pirati informatici contestano all'Arma le cariche contro gli operai dell'Alcoa citano, inoltre, il caso della caserma Diaz al G8 di Genova. “Il 13 aprile, nelle sale cinematografiche, uscirà il film Diaz: il ministero dell'Interno, tramite una circolare, ha vietato alle forze di polizia di parlarne e di esprimersi in merito – scrivono in un comunicato gli hacker di Anonymous - ciò si configura come un becero e antidemocratico tentativo di imbavagliare chi volesse offrire la propria testimonianza in merito agli orrori che quel torrido luglio ospitò”.
Non citano, invece, il ministero della Difesa che, tra l’altro risulta ancora accessibile, nella terza motivazione che appare sul sito per spiegare gli attacchi: “Siamo consapevoli anche degli infiltrati che quotidianamente ci fanno visita nei nostri chan – si legge ancora nel comunicato diffuso dagli hacker - sarebbero i benvenuti, se solo manifestassero un chiaro e cristallino comportamento. In realtà trascorriamo con loro interminabili momenti di ilarità di cui loro, molto probabilmente, non sanno di essere protagonisti”. Poi l’avvertimento: “Vogliamo invitarvi ad abbandonare i nostri server quali agenti infiltrati, fatevi pure avanti, non abbiamo nulla da nascondere. Finché questo comportamento continuerà, i nostri attacchi diverranno ciclici”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©