Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Gli organizzatori: “Un gesto di solidarietà ed amicizia”

I bambini e le donne dell’Emilia a Napoli


.

I bambini e le donne dell’Emilia a Napoli
03/09/2012, 15:36

NAPOLI - I bambini e le donne dell'Emilia a Napoli. Dopo i giorni tristi del terremoto, dalla città partenopea è partito un invito per regalare un po’ di spensieratezza a quanti in questi mesi hanno dovuto fate i conti con il post sisma.

Così in 41, nello specifico 25 minori accompagnati da 16 donne sole, per nove giorni  (dal 1 al 9 settembre prossimo) saranno ospiti a Posillipo presso la struttura residenziale San Francesco a Marechiaro.  Il soggiorno è stato organizzato dall’assessorato alle Pari Opportunità e quello al Welfare del comune di Napoli con la collaborazione di Napoli Sociale in accordo con le consigliere di parità della provincia di Napoli e di Ferrara e dell’Udi di Ferrara.

“E’ una popolazione in sofferenza  - spiega l’assessore Giuseppina Tommasielli – il prezzo più alto lo pagano le donne e bambini. Ecco perché ci è sembrato giusto, in questo momento di difficoltà, rendere concreta questa iniziativa”.

Insomma, un gesto di solidarietà e di amicizia verso la popolazione dell’Emila Romagna, che a sua volta la città di Napoli ha ricevuto nel lontano 1947.

“Lo dovevamo fare – commenta l’assessore Sergio D’Angelo – per un debito che abbiamo nei confronti di territori come Bolzano, Modena, Reggio Emilia, che accolsero i bambini napoletani sottraendoli alla miserie e le macerie che la guerra aveva portato sul nostro territorio”. L’assessore al Welfare, inoltre, fa sapere che molto probabilmente l’iniziativa sarà ripetuta utilizzando però una modalità diversa: accogliere nuove persone da ospitare magari presso delle famiglie.   

Vari saranno gli eventi organizzati durante il soggiorno per gli ospiti come le visite guidate  e le gite al mare. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©