Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tenta di organizzare un "Sì Berlusconi day"

I berlusconiani cercano lo scontro il 5 dicembre


I berlusconiani cercano lo scontro il 5 dicembre
16/11/2009, 13:11

ROMA - Una delle caratteristiche che ha contraddistinto l'azione politica di Silvio Berlusconi è stata che ha sempre tracciato la strada su cui poi gli altri si muovevano. Se uno ci pensa, raramente l'agenda politica è stata decisa dal centrosinistra, anche quando quest'ultimo era al governo. Ma per la prima volta l'organizzazione berlusconiana si è inceppata. E non a causa di qualche altra organizzazione magari più potente; ma di semplici cittadini. Infatti, grazie a Facebook, un gruppo di italiani hanno creato, praticamente con le proprie forze, una manifestazione - intitolata "no Berlusconi day" - che ha attirato l'attenzione di diversi politici, tra cui il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro.
Dato il successo di questa operazione, i circoli del Pdl hanno deciso di organizzare una contromanifestazione, perfettamente speculare a quella già organizzata: il "Sì Berlusconi Day". Anche il luogo scelto è lo stesso: piazza della Repubblica, a Roma. E' evidente la volontà di uno scontro oserei dire quasi fisico tra i supporter del Presidente del Consiglio e i loro avversari. Ma questi ultimi, forti - a quanto si legge - di 200 mila adesioni finora, avranno buon gioco nel dimostrare serenità e tranquillità, in una manifestazione che dimostra quanto conta la possibilità di confrontarsi su un mezzo come Internet, rispetto alla passività del leggere un giornale o guardare la TV.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©