Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Conferenza dei precari dinanzi Palazzo San Giacomo

I Bros alla Procura: “Non c’è alcun crimine”


.

I Bros alla Procura: “Non c’è alcun crimine”
17/03/2012, 14:03

NAPOLI – Associazione per delinquere, violenza e minacce. Eccole le accuse che la Procura ha mosso nei confronti dei precari del movimento Bros disponendo, inoltre, quattro perquisizioni destinate ad altrettanti indagati. Ed ecco perché i Bros, hanno avvertito la necessità di convocare una conferenza stampa per denunciare quello che, a loro avviso, è un clima di intimidazione e autoritarismo contro le lotte sociali.
Nel mirino degli inquirenti ci sono le manifestazioni svolte a Napoli negli ultimi due anni, come gli incendi di autobus, il blocco all'auto del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris dello scorso novembre e le proteste in occasione del primo giorno dei lavori per il prolungamento della diga alla Rotonda Diaz per lo svolgimento della Coppa America. Ma non solo a sentire i pm, ci sarebbe anche il condizionamento degli enti locali, Comune, Provincia e Regione, il tentativo di ostacolare lo svolgimento delle campagne elettorali per il rinnovo dell'Amministrazione comunale, delle primarie per la designazione dei candidati e il tentativo di condizionare le scelte in materia di servizio di raccolta dei rifiuti e organizzazione della differenziata.
E sulle proteste dei Bros, è intervenuto anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris che ha sottolineato la volontà dell’amministrazione di battersi per il diritto al lavoro. Poi, la precisazione di non aver mai fatto promesse durante la campagna elettorale.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©