Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo dice l'istituto "Pascale" di Napoli

I "colletti bianchi" più esposti al rischio melanoma


I 'colletti bianchi' più esposti al rischio melanoma
23/06/2010, 13:06

NAPOLI - I cosiddetti "colletti bianchi" sono la categoria professionale che negli ultimi anni ha fatto registrare il maggior numero di casi di melanoma, un tumore della pelle particolarmente aggressivo. Il motivo? Si espongono al sole solo quando vanno in vacanza e per troppe ore consecutive, scottandosi e accumulando nel corso degli anni pericolose lesioni sulla pelle. A fare il punto, individuando la categoria maggiormente sotto scatto di questa temibile neoplasia e' l'Istituto nazionale tumori di Napoli Fondazione "G. Pascale", a pochi giorni dal convegno 'Immunoterapia e melanoma', lunedi' a Napoli all'Hotel Alabardieri per fare il punto sugli ultimi trattamenti. Al Pascale "trattiamo circa 400 casi di melanoma l'anno, uno su cinque in arrivo da altre Regioni - spiega Nicola Mozzillo, direttore del Dipartimento melanoma e tessuti molli dell'Istituto partenopeo - Le nuove diagnosi sono 150, fortunatamente sempre piu' in fase precoce. E' un tumore che colpisce persone giovani, tra i 40 e i 50 anni. Grazie alle campagne di informazione abbiamo sensibilizzato la popolazione sull'importanza di sottoporsi a esami di screening". L'incidenza della malattia e' cresciuta ad un ritmo superiore a qualsiasi altro tipo di tumore (+30% nell'ultimo decennio), ad eccezione delle neoplasie del polmone nelle donne. Ogni anno in Italia si registrano circa 7.000 nuove diagnosi e 1.500 decessi.

Commenta Stampa
di Giovanni De Cicco
Riproduzione riservata ©