Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nella suggestiva cornice della villa dei Papi di Benevento

I° convegno regionale dei volontari per la protezione civile della Campania


I° convegno regionale dei volontari per la protezione civile della Campania
17/10/2010, 12:10

Nella suggestiva cornice della villa dei Papi, si è svolto il primo convegno regionale del Volontariato di Protezione Civile della Campania dal titolo “ Volontariato e Istituzioni”, che ha affrontato diverse tematiche interessanti inerenti le varie iniziative svolte dalla Associazione.
Il dibattito è stato introdotto dalla dottoressa Nuzzolo, responsabile della Protezione Civile alla Prefettura di Benevento, la quale ha evidenziato il preminente ruolo svolto dallo stesso organo governativo per quanto concerne il coordinamento delle varie iniziative di protezione civile.
Infatti, il Prefetto di Benevento, il dott. Michele Mazza, è attualmente il responsabile del CCS( Centro Coordinamento Soccorso) in caso di emergenza, anche se le organizzazioni di volontariato, rispetto al recente passato, sono ormai gestite direttamente dalla Regione.
Subito dopo, il confronto è proseguito con l’intervento di Giovanni Accardo, referente del comitato regionale volontariato di Protezione Civile di Napoli, il quale si è soffermato sul D.Lgs. 81/08 “ Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro- Attuazione dell’articolo 1 della Legge 3 Agosto 2007 n.123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”, provvedimento che equiparerà le associazioni di volontariato alle aziende. Non poteva mancare l’analisi di Aniello Petito, organizzatore dell’evento e referente del comitato regionale volontariato di Protezione Civile di Benevento, il quale ha affermato che non si possono svolgere attività di volontariato di Protezione Civile senza una proficua sinergia con le Istituzioni, delle quali ha riscontrato unicamente la presenza soltanto negli episodi di emergenza e non in quelli preparatori, altrettanto fondamentali e rilevanti.
Il presidente ha proseguito evidenziando che le organizzazioni di volontariato sono impegnate quotidianamente nelle varie attività operative, in particolare a causa dell’uso sconsiderato del suolo che causa continue emergenze sul territorio della Regione Campania inoltre evidenzia che soltanto attraverso i Protocolli d’intesa e le Convenzioni con gli enti competenti, le associazioni possono avere i mezzi per svolgere le loro attività nel migliore dei modi..
Il responsabile Irpino Ventre Giuseppe ha sostenuto che non c’è la volontà di sostenere le associazioni né di coordinare le attività nonostante le competenze legislative attribuite alle Istituzioni. Dal terremoto del 1980, del quale tra un mese ricorrerà il trentennale, queste ultime non hanno adoperato nessuna opera importante in materia.
Enrico Castiello, Assessore Protezione Civile del Comune di Benevento, il quale ha affermato che il Comune di Benevento è stato sempre molto vicino alle varie attività svolte dall’associazione, per conferire alla stessa un ruolo sempre più propositivo e organizzativo rispetto al passato. Infatti, è in atto il terzo aggiornamento del piano comunale di Protezione Civile della città di Benevento e ciò rappresenta sicuramente la realizzazione di un importante obiettivo in materia.
Significative anche le parole pronunciate da Gianvito Bello, Assessore Protezione Civile della Provincia di Benevento, che ha illustrato le varie opere realizzate dalla Provincia in materia, tra le quali spiccano la realizzazione di un sistema di protocollo con le varie associazioni per operare una serie di importanti iniziative in materia, la creazione dei piani comunali e l’accordo per una piattaforma- web. Inoltre, preminenti sono state anche le attività di comunicazione e pubblicitarie poste in essere per la tutela della sicurezza stradale ed ambientale, progetti finanziati dalla stessa Provincia.
Molto importante la presenza al dibattito di Luca Colasanto, presidente della Commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile della Regione Campania, il quale ha condiviso le lamentele dei vari referenti, evidenziando anch’egli l’inerzia delle amministrazioni in questa delicata materia dopo il terremoto del 1980. Tuttavia, l’Onorevole ha posto anche l’attenzione sull’importante provvedimento regionale, preparato dall’Assessore Edoardo Costanza, che comporterà una notevole modifica dell’intero comparto, per renderlo maggiormente operativo e vicino alle esigenze della collettività.
L’incontro è stato concluso dall’atteso intervento dell’ing. Edoardo Cosenza, Assessore Protezione Civile della Regione Campania, che ha rimarcato la situazione organizzativa disastrosa riscontrata nel comparto regionale della Protezione Civile. Tuttavia, il professore ha anche affermato che la stessa possiede un’ottima sala operativa attiva “ 24 ore su 24” ed è anche una delle poche regioni in Italia ad essere dotata di una rete pluviometrica. Inoltre, il docente ha messo in risalto il grande valore dei volontari, risorsa straordinaria non solo delle organizzazioni, ma anche dell’intero territorio campano e, in questo contesto, è stata proposta in consiglio regionale una legge importante sulla Protezione Civile, che ha già trovato ampi consensi nella giunta regionale. Per ricordare il disastroso terremoto del 23 Novembre 1980, nella città di Benevento saranno allestite le tavole vibranti in piazza Roma, sottolineando la notevole sismicità dell’intera Campania e, in particolare, dell’intero Sannio.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©