Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Il presidio dopo l’annullamento del vertice con Caldoro

I dipendenti di Villa Russo occupano l’Asl Na1


.

I dipendenti di Villa Russo occupano l’Asl Na1
19/05/2010, 19:05

NAPOLI – Una delegazione di dipendenti della clinica Villa Russo ha occupato, nel tardo pomeriggio di oggi, la direzione generale dell’Asl Na1, al centro direzionale di Napoli. Una decina di lavoratori hanno simbolicamente preso possesso degli uffici all’isola F9 per protestare contro il mancato vertice col presidente Stefano Caldoro, previsto per oggi. I lavoratori, in protesta da alcuni giorni (per un problema vecchio da anni), nei giorni scorsi avevano protestato occupando simbolicamente una delle balconate del Castel dell’Ovo. Uno di loro aveva annunciato di voler proseguire la protesta emulando Mariarca Terracciano, l’infermiera del San Paolo che aveva deciso di iniziare lo ‘sciopero del sangue’ e deceduta una settimana dopo, a sciopero concluso da giorni, per problemi respiratori non legati alla protesta. Il presidio a Castel dell’Ovo era stato fermato solo grazie alla promessa di un incontro a breve con il neo presidente della Regione Campania.
I dipendenti di Villa Russo, barricati all’interno, hanno chiesto nuovamente di vedere Stefano Caldoro e, raggiunti telefonicamente, hanno affermato di essere intenzionati a non lasciare l’edificio prima di ottenere rassicurazioni concrete. Una svolta potrebbe arrivare nella tarda mattinata di domani quando, secondo voci di corridoio, potrebbe verificarsi un primo incontro con le istituzioni.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©