Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un sistema per guidare senza cinture di sicurezza

I "falsi" ganci per cinture di sicurezza: abitudine mortale


I 'falsi' ganci per cinture di sicurezza: abitudine mortale
11/04/2011, 14:04

C'è una abitudine, che si sta diffondendo in tutti i Paesi industrializzati; una abitudine che può essere mortale.
Come si sa, indossare le cinture di sicurezza quando si guida è una scocciatura: ci si sente impediti e limitati nei movimenti (il che è anche una cosa positiva, alla guida), secondo molti. Le case automobilistiche, dal canto loro, danno unamano: ormai quasi tutte le auto hanno un sensore nel sediolino, per cui quando uno si siede e non si allaccia la cintura di sicurezza, si attiva un fastidioso cicalino che costringe ad usare lo scomodo aggeggio. Per evitare il fastidio, si sono messi in vendita in tutto il mondo dei falsi ganci, che non sono collegati alla cintura. SI inseriscono nella presa che chiude la cintura di sicurezza e "zittiscono l'allarme". Ce ne sono di tutti i tipi: quello con l'eroe dei cartoni animati, quello griffato, quello che sembra prezioso e così via. Basta fare una carrellata su Internet e se ne vedono decine di tipi, fabbricati in Cina, ma anche in Italia o in Russia. Qui addirittura viene fatta pubblicità sui giornali e con cartelloni stradali.
Il punto è che è una abitudine pericolosissima. Piaccia o meno, l'uso delle cinture aiuta a salvarsi la vita, in caso di incidente stradale. Inoltre, c'è un dettaglio che non tutti conoscono. Da molti anni tutte le vetture prodotte hanno l'air bag, e quasi tutte lo hanno anche per il passeggero. Se si apre l'airbag, magari per un incidente a bassa velocità, l'esplosione è così violenta che se uno si sta piegando in avanti per l'inerzia (chi ha fatto un incidente stradale nella vita sa a cosa mi riferisco) e non ha le cinture di sicurezza, rischia un tale contraccolpo da rimetterci l'osso del collo. Infatti, all'inizio che poche macchine l'avevano, ci furono numerosi morti per incidenti di questo genere: nessun pericolo serio per la salute del guidatore, ma l'apertura dell'airbag provocò fratture, spesso mortali, alle vertebre cervicali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©