Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I Fare Verde hanno pulito stamane la spiaggia della Gaiola


I Fare Verde hanno pulito stamane la spiaggia della Gaiola
17/02/2012, 17:02

Nell’ambito della manifestazione nazionale “Il mare d'inverno”, i volontari del gruppo locale dell’associazione ambientalista Fare Verde hanno pulito stamane la spiaggia della Gaiola, nel quartiere napoletano di Posillipo.

L’iniziativa ha l’obiettivo di riportare al centro dell'attenzione la necessità di ridurre a monte il cumulo di rifiuti prodotti e di riciclare il più possibile quelli prodotti. Le discariche devono essere considerate per quello che sono: l'ultima soluzione possibile per i rifiuti che non si riescono a eliminare o riciclare.




I volontari di Fare Verde hanno colto l'occasione per fare una specie di “hit – parade” dei rifiuti, per dimostrare che sulle spiagge ormai si trova di tutto ed è dovere dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni cooperare per tenerle pulite.

L’iniziativa ha visto la collaborazione dei volontari dell’associazione Nuovo Avvenire onlus e del CSI Gaiola onlus, oltre che di una rappresentativa di studenti dell’ I.T.C. Antonio Serra.




<< Sensibilizzare e formare le giovani generazioni ed i cittadini tutti sulla importante tematica della tutela dell’ambiente e sui metodi per la riduzione dei rifiuti riteniamo sia significativo e fondamentale nella nostra città – hanno dichiarato il Responsabile del gruppo napoletano di Fare Verde Mariano Vitale ed il Presidente dell’associazione Nuovo Avvenire Stefano Pisaniello >>.




<<Le iniziative di Fare Verde – sottolineano il Presidente della I Municipalità Fabio Chiosi ed il Presidente della Commissione Ambiente, Alessandro Librino - sono come sempre lodevoli ed importanti. La Gaiola è un sito di valore inestimabile che, purtroppo, è spesso abbandonato dalle Istituzioni. L'impegno dei volontari a nostro avviso accende i riflettori su quell'area e deve spronare tutte le Istituzioni interessate ad intervenire per la salvaguardia ed il rilancio del sito>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©