Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I giovani per i più poveri di Napoli


I giovani per i più poveri di Napoli
26/03/2011, 10:03

Lavoro e solidarietà per tre giorni si coniugano al Centro Pastorale Giovanile Shekinà, in via San Gennaro ad Antignano 82. Le parrocchie, i movimenti, le associazioni e le cooperative, organizzano per tre giorni dal 25, al 27 marzo, il Campo di lavoro e solidarietà. L’iniziativa, giunta ormai alla sua diciottesima edizione, nasce come momento d’incontro, riflessione e lavoro intorno al tema che più accomuna i giovani aldilà di ogni condizione sociale, ideologica o di religione: la solidarietà.

Si inizia oggi, venerdì 25 marzo. I giovani alterneranno momenti di lavoro (raccolta di prodotti di prima necessità da destinarsi ai bisognosi), riflessione e confronto comunitario, cena e festa insieme. Partecipano i giovani del quartiere, che frequentano le scuole superiori, le comunità parrocchiali, le associazioni, ma anche i ragazzi contattati in strada. I partecipanti saranno chiamati a vivere una prima esperienza concreta di volontariato: gireranno palazzo per palazzo e stazioneranno fuori ai supermercati per raccogliere generi alimentari; articoli monouso; materiale igienico-sanitario; materiale di cancelleria; cellulari in disuso.

Il materiale raccolto sarà destinato ai seguenti centri di accoglienza: Centro Layla; Regina Pacis; Crescere Insieme; Agape; Progetto “Cuccioli d’aquila” (Albania); Mensa per i poveri di Padre Annibale; Casa Nyumbani (Kenya); Casa Ruah; Centro di accoglienza per i senza dimora “Istituto La Palma”; Binario della Solidarietà.

I quartieri interessati dalla raccolta sono il Vomero, l’Arenella, i Colli Aminei e i Camaldoli, nei quali è stata effettuata, nelle settimane precedenti al Campo, una campagna informativa e pubblicitaria dell’evento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©