Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protestano contro la legge annunciata dal governo

I giudici di pace annunciano due settimane di sciopero


I giudici di pace annunciano due settimane di sciopero
05/01/2011, 14:01

ROMA - Nuova protesta contro il governo preannunciata dall'Unigipa (Unione nazionale italiana giudici di pace), con due settimane di sciopero, dal 17 al 28 gennaio. La ragione della protesta sta nel disegno di legge che il governo si appresta a proporre, per la riforma del settore, che è sostanzialmente identica a quella presentata l'anno scorso e ritirata dopo due mesi di dura lotta. Le novità principali, rispetto ad ora, consistono in regole che rendono il loro lavoro non continuativo, la cancellazione della possibilità di avere copertura previdenziale e assistenziale. Inoltre la riforma porrebbe i giudici di pace sotto lo stretto controllo del giudice di appello, il che costituisce una base che in breve porterebbe ad una riduzione delle indennità, che già - si sono lamentati più volte in passato i giudici di pace - non sono elevate.
Un altro punto che l'Ugipa è quello di una proroga per tutti i giudici di pace in scadenza, cosa sulla quale non hanno avuto alcuna risposta positiva o negativa dal governo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©