Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I minori italiani commettono più reati di quelli stranieri


I minori italiani commettono più reati di quelli stranieri
15/03/2012, 14:03

I minori italiani commettono più reati dei minori stranieri. Il dato è emerso dall’undicesimo rapporto dell’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità che ha tenuto conto di una realtà come quella lombarda dove è forte il fenomeno dell’immigrazione. Nel 2010, rispetto al 2004, in Lombardia i minori italiani (di età compresa tra i 14 ed i 18 anni) segnalati per atti criminosi sono aumentati del 78,2% contro il 37,8% di aumento tra gli stranieri della stessa fascia d’età. Più in generale, in questo periodo, i minori italiani che sono indagati per rapine e reati legati allo spaccio di droga hanno superato gli stranieri. Secondo i ricercatori si tratta di una tendenza di difficile spiegazione, anche se è in controtendenza guardando ai dati complessivi sulla criminalità “adulta” in Lombardia dove, invece, si conferma una realtà in linea con gli anni precedenti. Nel 2010 rispetto sempre al 2004, infatti, il rapporto tra il numero di persone straniere e italiane denunciate o fermate o arrestate si è avvicinato alla parità. In pratica, secondo il rapporto, sono 90 gli stranieri indagati contro 100 italiani.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©