Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo rivela lo studio dell’Istat

I ragazzi italiani, disoccupati e non studiosi


I ragazzi italiani, disoccupati e non studiosi
22/05/2013, 11:56

 

MILANO – Maglia nera per il nostro Paese che raggiunge la quota più elevata dei giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano né studiano. Sono più di 2 milioni i Neet, pari al 23,9%, i dati sono stati analizzati dall’Istat. Per la precisione, la fascia tra i 15 e i 29 anni tra il 2011 e il 2012, la disoccupazione è aumentata di quasi 5 punti percentuali, dal 20,5 al 25,2% dal 31,4 al 37,3% nel Mezzogiorno. Sul disagio della disoccupazione giovanile, una problematica che attanaglia da troppo l’Italia, è intervenuto anche Giorgio Napolitano: “ E’ necessario creare le condizioni di una ripresa economica che fornisca, specie alle generazioni più giovani, concrete prospettive di lavoro nell'ambito di una crescita sostenibile ed equa”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©