Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli scavi di Pompei in pole position

I rifiuti non spaventano il turismo campano


I rifiuti non spaventano il turismo campano
03/11/2010, 12:11

NAPOLI - Nonostante l’emergenza rifiuti, la Campania non perde punti sul versante turismo. Sono gli scavi di Pompei a dare numeri positivi per la città di Napoli: +66.71% di visitatori nel week-end delle festività di Ognissanti e +9% nell’intero mese di ottobre, rispetto all’anno scorso. E si registra già tutto esaurito per il 28 novembre dei Martedi in Arte, dove ancora una volta faranno da sfondo gli Scavi di Pompei con la visita notturna delle Terme Suburbane. In pole position anche l’area vesuviana, con un aumento di visitatori pari a +55.71 per il sito archeologico di Oplontis e dello +38% per l’Antiquarium di Boscoreale.  
Una città martoriata dalle vicende di rifiuti e discariche che ha fatto ipotizzare un calo nel flusso turistico. I dati dicono il contrario e Pompei si prende parte dei meriti. Un sito archeologico che nel 1997 è stato dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”, considerando che gli straordinari reperti pompeiani costituiscono una testimonianza importante di un periodo storico, non rilevabile in nessun altra parte del mondo.
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©