Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo rivelano durante gli interrogatori

I sequestratori volevano cedere il Calevo ai Clan


I sequestratori  volevano cedere il Calevo ai Clan
03/01/2013, 10:12

GENOVA – Molte rivelazioni stanno venendo fuori dai rapitori di Andrea Calevo, dopo lunghi e precisi interrogatori. Persone armate di rabbia e di vendetta , ma sicuramente poco esperte, questo è ciò che maggiormente si percepisce. Il capo dei rapitori, Pier Luigi Destri, ha dichiarato che, vistisi braccati e con il fiato sul collo, avevano iniziato delle trattative per poter cedere l’ostaggio ai clan, persone che gli avrebbero dovuto dare un milione di euro per prendere l’imprenditore. Una volta ceduto ai clan, il ragazzo sarebbe stato poi portato via o in Toscana oppure nel Lazio, secondo alcune tesi, anche nel Meridione. Fortunatamente, questi sono pericoli scampati. Se così fosse stato realmente, per il giovane Andrea ci sarebbero stati sicuramente rischi molto più seri. Oggi alcuni quotidiani riportano la lettera  che i malviventi avevano abbozzato per chiedere il riscatto alla mamma del Calevo. Una lettera scritta di loro pugno con svariati errori, segno tangibile di tensione e del crescente nervosismo e di una situazione difficile da gestire senza il pericolo di essere scoperti: “Eccellentissima signora Calevo, basta che sta esagerando con tutto questo casino con polizia e carabinieri. A noi tutto ciò non fa paura”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©