Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

I trapiantati di organi protestano contro la sospensione gratuita dei prodotti aproteici


I trapiantati di organi protestano contro la sospensione gratuita dei prodotti aproteici
27/04/2011, 10:04

L’appuntamento per la manifestazione di protesta, a cui parteciperanno le associazioni rappresentanti dei nefropatici ed emodializzati Anerc Onlus, Cittadinanzattiva, Fir (Fondazione Italiana del Rene), Atom (Associazione Malati e Trapiantati di Organi), Actae (Associazione Cattolica in difesa di Ammalati Trapiantati ed Emodializzati) ed il Forum Nazionale delle Istituzione, è stato fissato per il 28 Aprile alle ore 10.00 presso la sede della Regione Campania a Via Santa Lucia. Associati ed ammalati scenderanno in piazza per levare la loro voce di protesta contro l’approvazione del Decreto Regionale che penalizza notevolmente gli ammalati di insufficienza renale cronica, che devono seguire un’alimentazione controllata nell’apporto di proteine, in virtù del Decreto, che da un anno ha sospeso l’erogazione a carico del servizio sanitario nazionale di quegli alimenti aproteici necessari per l’alimentazione dei nefropatici, nonostante la sentenza del TAR della Campania che si è espressa nel merito accogliendo ben due ricorsi con i quali riconosce i diritti dell’ammalato. Un nefropatico, oggi, per allontanare lo spettro della dialisi è costretto a seguire una dieta aproteica spendendo ben 150 euro mensili destinati all’acquisto di pane e sostituti, pasta, farina, biscotti, merendine e latte. Un costo insostenibile soprattutto se si appartiene ad una fascia economicamente debole. Ed è per questi motivi che il 28 Aprile è stato proclamato un giorno di protesta e nel corso della manifestazione, che vedrà partecipare centinaia di ammalati, sarà chiesto che una delegazione sia ricevuta dal Presidente della Giunta Regionale Stefano Caldoro, dai Commissari Mario Morlacco ed Achille Coppola, e dal Responsabile della Sanità in Campania Raffaele Calabrò, per portare ai vertici delle istituzioni regionali la problematica che affligge da ormai un anno i pazienti nefropatici, le cui richieste sono rimaste finora inascoltate. Il problema arriverà anche in Parlamento con un’interrogazione che la Senatrice Mariapia Garavaglia ha rimesso al Ministro alla Salute per chiedere un pronto intervento ministeriale affinché vengano rimborsati dalle Regioni i costi che gli ammalati nefropatici devono sostenere a fronte dell’acquisto di alimenti aproteici. L’appuntamento è fissato quindi per giovedì a Napoli alle ore 10.00 sotto il Palazzo Regionale di S. Lucia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©