Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

IACP, Chirico chiarisce la sua posizione a tutela dell’azione amministrativa svolta in questi anni


IACP, Chirico chiarisce la sua posizione a tutela dell’azione amministrativa svolta in questi anni
24/04/2012, 13:04

“Ho agito nel pieno rispetto delle regole, salvaguardando gli interessi dell’Istituto, ma anche quelli di oltre 500 famiglie del salernitano che attendono da anni una casa”. L’ex presidente e commissario straordinario dell’IACP – provincia di Salerno, dott. Gaetano Chirico, all’indomani della revoca dell’incarico firmata dal governatore della regione Campania, Stefano Caldoro, chiarisce la sua posizione a tutela dell’azione amministrativa svolta in questi anni. “Pur conservando stima e rispetto nei confronti del Presidente della regione Campania, ho intenzione di dimostrare nelle sedi opportune di aver esercitato il mio compito di commissario straordinario dell’Istituto Autonomo Case Popolari della provincia di Salerno, in maniera trasparente ed inequivocabile. Le paventate ed inesistenti “irregolarità” – spiega il dott. Gaetano Chirico – sono servite per ricapitalizzare una società, la IACP Futura, che a Novembre 2011 non aveva ancora approvato il bilancio d'esercizio 2010, allo scopo di completare e consegnare: 100 alloggi a Bellizzi; 136 alloggi a Fisciano; 112 alloggi a Pagani; 88 alloggi a Mercato San Severino; 200 alloggi a Nocera Inferiore, Montevescovado; 36 alloggi a Manocalzati; 90 alloggi ad Acerra. Ad attuare una politica di incremento del capitale della IACP Futura, mi ha spinto anche il fatto che oltre 700 famiglie dell'intera Regione Campania – continua il commissario IACP – che avevano investito nella società i risparmi di una vita, vedevano svanito il proprio sogno, quello di avere una casa. Vogliamo considerare poi, anche la perdita di 7 posti di lavoro?”.
Gaetano Chirico, ha amministrato la società Futura solo per pochissimi mesi nel 2010, per cui – spiega – “la perdita, sicuramente, non si può ascrivere al mio operato”. “L’'istruttoria degli uffici regionali su cui si fonda il decreto di revoca – aggiunge – si basa su di un verbale del collegio sindacale dell'ente, in cui sono riportate una serie di evidenti perplessità e di riferimenti normativi non applicabili alla fattispecie in discussione. Già pronta la difesa dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale. L'avvocato Antonio Brancaccio per la tematica amministrativa e l'avvocato Antonio Bianchi per la tematica societaria sono già al lavoro. “Nel caso in cui il TAR nel merito non dovesse riconoscere le mie ragioni – ha concluso Gaetano Chirico – già da ora mi dichiaro indisponibile ad adire alle giustizie amministrative superiori”.
L’Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Salerno è l’unico, in Campania, ad aver chiuso il 2010, sotto la guida di Gaetano Chirico, con un bilancio consuntivo in attivo, dopo oltre 40 anni. Con la presidenza prima ed il commissariamento dopo, sono ripartiti i lavori, con conseguente consegna degli alloggi, a Salerno, Loc. Sant'Eustacchio, ad Angri, a Sala Consilina, ad Atena Lucana, a breve anche a Pellezzano. E’ stato attivato un programma di manutenzione straordinaria agli immobili per svariati milioni di euro e sta per andare in gara il primo lotto dei lavori del PIU' EUROPA a Scafati a tutto ciò bisogna aggiungere una riduzione degli sprechi ed una efficiente macchina burocratica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©