Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

'IENA DUE', RINVIATI A GIUDIZIO LUONGO E PETRUZZI


'IENA DUE', RINVIATI A GIUDIZIO LUONGO E PETRUZZI
09/01/2009, 17:01

Rinvio a giudizio per l’on. Antonio Luongo (Pd), con l’accusa di corruzione, nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Iena due” su mafia, affari e politica, coordinata dai pm Henry Woodcock (nella foto) e Vincenzo Montemurro (quest’ultimo adesso trasferito a Salerno). Luongo sarà giudicato dal tribunale di Potenza a partire dal prossimo 6 maggio, insieme ad altri 47 imputati. Per il deputato del Pd Woodcock aveva già chiesto il proscioglimento dall'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione: in un primo tempo la richiesta era stata rigettata per motivi formali e oggi è stata ripresentata e accolta. L'accusa di corruzione per Luongo si riferisce all'assegnazione, nel 2001, di un appalto per servizi di pulizia nei locali dell'Asl di Matera, all'assunzione da parte della ditta vincitrice di quattro persone e ad un ''contributo elettorale pari a 15 milioni di lire versato all'on. Luongo''. Oltre a Luongo, il gup ha rinviato a giudizio anche un suo ''stretto collaboratore'' all'epoca dei fatti, Giovanni Petruzzi, oggi sindaco di Anzi (Potenza).

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©