Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Stop dopo tracce colli batteri trovate in Cina

Ikea, ritirate torte al cioccolato “per precauzione”


Ikea, ritirate torte al cioccolato “per precauzione”
06/03/2013, 20:13

Ormai non c’è più pace per l’Ikea, nota non solo per l’arredamento ma anche per gli alimenti svedesi  presenti nei negozi targati Ikea. Dopo le polpette contenenti carne equina ma vendute come carne di manzo, ora è la volta di un altro prodotto amato dai consumatori: le torte al cioccolato e mandorle chokladkrokant. Il gruppo Ikea ne ha infatti bloccato la vendita in circa 23 Paesi, tra i quali l'Italia, dopo che le autorità sanitarie cinesi hanno rilevato nel prodotto tracce di colibatteri. Decisione, questa, presa solo in via precauzionale, in quanto Ikea Italia ha riferito ai carabinieri dei Nas che nel Belpaese “non sono presenti lotti” di torte contaminate. La decisione è stata presa dopo la distruzione da parte delle dogane cinesi di 1.800 dolcetti intercettati lo scorso novembre nel porto di Shanghai. Stando al quotidiano Shanghai Daily, è emerso che i dolci contenevano “un livello eccessivo di batteri coliformi” anche se non molto pericolosi per l’uomo.
Ylva Magnusson, portavoce di Ikea, ha dichiarato che “vi sono indicazioni secondo le quali la concentrazione dei batteri scoperti è bassa ma dobbiamo conoscere la percentuale esatta e sapere cosa sia accaduto”.
Gli esperti invitano comunque alla prudenza: “I batteri coliformi non sono in generale pericolosi per l'uomo, ma tutto dipende dal sierotipo del batterio e dalla quantità rilevata”, sottolinea il vicepresidente della Società italiana di igiene, Carlo Signorelli. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©