Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

La soluzione al divorzio? Il tradimento!

Il 79% degli italiani conferma che l’incontro extraconiugale giova alla coppia


Il 79% degli italiani conferma che l’incontro extraconiugale giova alla coppia
07/06/2012, 18:06

Incontri clandestini per salvaguardare l’equilibrio della coppia. Può sembrare azzardata come “indicazione terapeutica” ma è esattamente questa la sfida che lancia Gleeden.com, il primo sito di incontri extraconiugali in Italia che propone il tradimento quale valido rimedio contro il divorzio. Una scappatella, un’infedeltà che non comporti implicazioni sentimentali, gioverebbe alla vita di coppia, allontanando lo spettro di una crisi latente. A confortare questo dato arriva il risultato del sondaggio Gleeden.com condotto su 2.608 iscritti al sito in cerca di avventure clandestine. Ben il 79% ammette candidamente di aver tratto benefici dalla frequentazione di un sito per incontri extraconiugali. La routine, è risaputo, è nemica giurata della passione e del desiderio. Per riaccendere l’entusiasmo assopito dalla noia e dalla stanca abitudine al partner, che potrebbero condurre al triste esito di una separazione, Gleeden suggerisce l’incontro clandestino. E in effetti anche il 42% delle donne confessa di sentirsi gratificato dalle attenzioni e dal corteggiamento di un altro uomo. Sembrerebbe che le donne che tradiscono si sentano più belle e desiderate e questi aspetti non possono che ripercuotersi in modo positivo nella quotidianità del rapporto con il compagno ufficiale. Ecco perché Gleeden si candida ad essere la soluzione contro la crisi del matrimonio: un giardino segreto in cui poter ritrovare se stessi e tornare più carichi alla vita di prima. Perché la scappatella apporti benefici al matrimonio, è però necessario prendere degli accorgimenti. L’86% degli intervistati, per esempio, è assolutamente certo che mai e poi mai si debba rivelare un tradimento perché la confessione a viso aperto finirebbe col far male e non bene alla coppia. Il 67% poi, sostiene che non debba in nessun caso trattarsi di una storia continuativa e che pertanto sia preferibile vivere la “clandestinità” con chi sia già impegnato (ben l’83% si attesta su questa posizione). Altri consigli utili? A chi abbia intenzione di tradire, possiamo raccomandare di allenare prima adeguatamente la propria memoria (raccontare bugie può essere un’attitudine ma anche una talento) e poi aprirsi “alla novità” ed, inoltre, di indulgere particolarmente in cautela e discrezione poiché, assai più spesso di quanto si creda, anche frasi del tipo: “ Caro, cara, ti posso spiegare tutto”, dirottano moltissimi legami verso il temuto divorzio, oggetto al centro della campagna promozionale del sito in questione.

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©