Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giunge dal Brasile, ma si afferma a Napoli

Il caffè fiore all’ occhiello per i Napoletani

Tra miscele e tecniche l’ evoluzione dei chicchi

.

Il caffè fiore all’ occhiello per i Napoletani
25/08/2011, 17:08

NAPOLI – La nostra città non vive solo di record negativi, ma ha anche cose che ci vengono invidiate in tutto il mondo, come il caffè che sebbene venga coltivato in Basile, Columbia, Messico, solo per citare alcuni paesi; trova la massima espressione qui a Napoli, al punto tale di diventare motivo di vacanza di alcuni turisti. Le varianti di questa bevanda di cui napoletani detengono il brevetto sono tante ma a tazzulella più gettonata è quella classica che una volta degusta, ha il potere di appagare i sensi e contemporaneamente ridare carica e stimoli. Insomma possiamo dire che il caffè da quello di Eduardo fatto con la napoletana (tipo di caffettiera), e conservato con il “coppetiello” per salvarne l’ aroma a quello della moca o del bar ne ha fatto di strada, ma durante questo tragitto si è sempre migliorato superandosi di volta in volta diventando uno degli emblemi di Napoli.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©