Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Il cane Pocho della polizia scopre una coltivazione di marijuana


Il cane Pocho della polizia scopre una coltivazione di marijuana
14/02/2014, 10:34

Grazie al cane poliziotto “Pocho”, gli agenti del Commissariato di Polizia San Ferdinando, hanno denunciato in stato di libertà un 57enne del Quartiere Avvocata e suo figlio 24enne.Verso le 13.30 di ieri, i poliziotti di San Ferdinando erano nel Quartiere Avvocata per svolgere delle indagini, quando sono stati colpiti da un forte odore simile a quello della marijuana, a loro ben noto per la pregressa attività di polizia giudiziaria. Hanno quindi chiesto l’intervento del 10° Reparto Cinofili di Napoli che ha inviato sul posto il noto Jack Russel.Pocho, appena arrivato, si è messo subito al lavoro e in pochi attimi ha individuato l’origine del forte odore: due appartamenti del primo piano di un vicino edificio.Gli agenti hanno quindi atteso l’arrivo degli occupanti: padre e figlio entrambi formalmente residenti a Massa Lubrense. A seguito della perquisizione dell’abitazione del figlio, hanno infatti rinvenuto un contenitore in plastica per alimenti con un ingente quantitativo di foglie e piantine fresche di marijuana ed uno scatolone con 7 bustine in cellophane trasparente contenenti foglie essiccate e triturate di marijuana.Nell’appartamento del genitore, è stata invece trovata una serra artigianale adibita alla coltivazione di tre piante di marijuana alte circa 50 centimetri. La piccola serra, allestita in modo da riprodurre fedelmente le caratteristiche climatiche della zona geografica di origine della marijuana, era corredata da una lampada e da un aeratore.Complessivamente sono stati quindi sequestrati circa 80 grammi di marijuana fresca e circa 12 grammi della stessa sostanza secca.Padre e figlio sono stati pertanto identificati e denunciati in stato di libertà in quanto ritenuti responsabili del reato di coltivazione illegale di sostanze stupefacenti.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.