Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Comune di Napoli ha paura di Scampia


Il Comune di Napoli ha paura di Scampia
05/09/2012, 15:54

NAPOLI – Adesso è chiaro, il Comune di Napoli ha paura di Scampia. In un’intervista concessa dall’assessore Bernardino Tuccillo al noto Quotidiano il Corriere del Mezzogiorno, l’amministratore locale ha parlato proprio delle Vele della vergogna e degli oltre 400 nuclei familiari abusivi negli alloggi comunali. Ovviamente 400 è il numero dei nuclei censiti, ma in realtà non si conosce il numero preciso di risiede più o meno abusivamente nelle enormi strutture triangolari a nord di Napoli che, addirittura per il sovrintendente Gizzi, avrebbero un valore urbanistico, architettonico e culturale inestimabile. Ma, boutade a parte, il comune di Napoli, nelle parole di Tuccillo, non ha nessuna intenzione di prendere provvedimenti, almeno a breve termine, sull’abusivismo a Scampia per paura di ritorsioni, e soprattutto per una paventata “rivolta popolare” che potrebbe innescarsi nel momento in cui si procedesse con gli sgomberi. D’Altra parte, per ammissione dello stesso Tuccillo, non esiste un piano alternativo per le tante famiglie che occupano gli appartamenti, la cui fatiscenza e degrado non solo sono da terzo mondo, ma ingigantiscono le dimensioni del dramma sociale. Per questi motivi il comune di Napoli si affida alla stasi, la migliore opzione per evitare di rompere quei fragili equilibri che ancora governano legalità ed illegalità in questa sorta di convivenza forzata ma dovuta.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©