Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Superato l'ultimo ostacolo legale

Il Consiglio di Stato dà il via libera al restauro del Colosseo


Il Consiglio di Stato dà il via libera al restauro del Colosseo
31/07/2013, 14:27

ROMA - Per ora appare essere finita la lunga querelle giudiziaria che ha finora bloccato la possibilità di restaurare il Colosseo, uno dei monumenti simbolo dell'Italia. 
Infatti il Consiglio di Stato ha definitivamente bocciato il ricorso del Codacons, che riteneva illegittimo l'accordo tra il Comune di Roma e la Tod's di Diego Della Valle per il restauro del monumento. L'accordo prevedeva che la società si carichi integralmente dei costi (stimati in 25 milioni) in cambuio dello sfruttamento del simbolo per 15 anni dopo la fine dei lavori. Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso sotto un duplice aspetto: innanzitutto il Codacons non è titolato a presentare il ricorso, in quanto associazione a tutela dell'ambiente e dei consumatori, che qui non sono interessati dalla vicenda. Ma anche nel merito, dato che nel ricorso si dà per scontato che, se il Comune avesse agito differentemente, ci sarebbero potuti essere diversi e migliori sponsor con maggiori benefici per i cittadini. Affermazioni apodittiche e non confermate da nessuna prova presentata.
Considerato quello che lo Stato spende per il mantenimento delle opere d'arte (più o meno zero euro), questi 25 milioni dovrebbero essere presi come manna caduta dal cielo, anzichè fare ricorsi e controricorsi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©