Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il contraffatto non è in crisi, falsificate le maglie del Calcio Napoli


.

Il contraffatto non è in crisi, falsificate le maglie del Calcio Napoli
01/08/2013, 16:11

Piazza Garibaldi, il quartiere della Pignasecca, sono teatro, ogni giorno, del mercato parallelo dei falsi di autore, ovvero oggetti di pelletteria, e non solo, contraffatti che alimentano un traffico sempre più in espansione. Gucci, 'Yves Saint Laurent', Dolce & Gabbana, Lacoste Adidas, Nike,alcune delle firme più prestigiose sono falsificate per   moltiplicare guadagli milionari che sostengono più illeciti e sistemi criminosi, dall'evasione fiscale al riciclaggio di illeciti. Un settore, quello del contraffatto, che sembra non voler cedere alla crisi, un mercato che tende a crescere grazie al sottocosto. Non importa se la qualità sia scadente, non è necessario che la cucitura non sia perfetta, nulla toglie all’oggetto semi-originale la rifinitura abbozzata,  sulla piazza dei contraffatti, africani, cinesi e napoletani portano a casa il loro affare. Un traffico in continua espansione che alimenta, non soltanto  la malavita napoletana, ma anche quella cinese e che arreca non pochi danni alla salute pubblica, infatti, molti manufatti provenienti da laboratori napoletani e cinesi, sono da ritenersi altamente nocivi . A essere vittima del falso, anche i gadget  con loghi  del Calcionapoli, segno che la crisi  colpisce anche i tifosi azzurri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©