Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Lega vince la battaglia. Ma è una vittoria di Pirro

Il Crocifisso sarà esposto nelle sedi della Regione Lombardia

Si astengono Pd, Idv e Sel: “Bassa strumentalizzazione”

Il Crocifisso sarà esposto nelle sedi della Regione Lombardia
09/11/2011, 11:11

MILANO - In tutte le sedi della Regione Lombardia sarà esposto il Crocifisso. Per legge. La battaglia era stata intrapresa dalla Lega Nord, e per circa 4 mesi tale argomento è stato oggetto di accese polemiche, fino ad arrivare a ieri, momento in cui il Consiglio regionale ha confermato che il Crocifisso deve essere esposto.
Il “si” all’iniziativa della Lega è arrivato anche da Pdl e Udc, mentre il centrosinistra (Pd-Idv-Sel) è uscito dall’aula prima del voto, denunciando l’iniziativa come “una bassa strumentalizzazione politica” che in automatico va a “svilire un simbolo religioso”. Rispetto alle intenzioni iniziali la legge non sarà rigida, non imporrà insomma che il Cristo in Croce sia ben in vista in ogni singolo ufficio istituzionale, ma stabilisce che comunque in ogni ufficio dovrà esserci. Per chi non vorrà esporre il Crocifisso, non sono previste multe, come invece lasciava intendere la prima formulazione del progetto targato Lega Nord. Insomma, una sorta di vittoria di Pirro per il Carroccio, che comunque si dice soddisfatto e promette di donare appositamente una riproduzione rivisitata della Croce del Campo (dell’Orifiamma), che veniva issata sul Carroccio bresciano durante le battaglie della Lega Lombarda.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©