Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il CSM promuove Mesiano, il PdL protesta


Il CSM promuove Mesiano, il PdL protesta
14/10/2009, 16:10

Raimondo Mesiano, il Giudice del Tribunale di Milano che ha steso la sentenza con la quale ha condannato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a pagare 750 milioni di euro di risarcimento alla CIR di De Benedetti, è stato promosso dal plenum del CSM al settimo grado di anzianità, il massimo raggiungibile da un magistrato. La motivazione recita che la scelta è stata fatta per le doti di "indipendenza, imparzialità ed equilibrio" del giudice.
Nonostante sia una pratica avviata nel 2008, il fatto che oggi sia stata resa nota la decisione ha sollevato le proteste del PdL. Il Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi l'ha definita una "enormità giuridica". Molto duro anche il Vicepresidente della Camera e deputato PdL Maurizio Lupi: "Finalmente abbiamo in Italia un'istituzione che si fonda sul merito. La promozione del giudice Mesiano da parte del Csm dimostra che in Italia fanno carriera non solo i 'figli di', anche un semplice magistrato puo' ambire al successo. Il segreto? Basta colpire Berlusconi. E pensare che c'e' qualcuno che ha la faccia tosta di dire che la magistratura e' indipendente".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©