Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Disastro ambientale dimenticato a nord di Napoli


.

Il Disastro ambientale dimenticato a nord di Napoli
14/07/2012, 13:07

NAPOLI - Morire di cancro nella terra dei fuochi nella terra dei veleni una volta Campania felix adesso ciò che resta è solo il grande disastro ambientale a "partecipazione pubblica" come sostengono i movimenti che tutti i giorni lottano contro questo dramma sociale che colpisce l'area a nord di Napoli. Caivano, Afragola e tutto l’hinterland partenopeo a settentrione o a meridione della città pullula di roghi nelle adiacenze dei tanti campi rom esistenti sul territorio. Decine di migliaia di persone che convivono con con un'aria irrespirabile, con colonne di fumo nero e denso che viene su dalla terra bruciata non dalla calura, ma da rifiuti di ogni sorta incendiati a ogni ora del giorno. Un dramma sociale che si perpetua una terra intrisa di ogni sorta di veleno dalle cui intercapedini vengono fuori fumi densi che generano odori nauseabondi che impregnano l’aria e la vita di tutti.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Terra dei fuochi