Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un apopunto del cardinale Castrillon svela il dettaglio

Il Fatto Quotidiano: "Complotto per uccidere il Papa". Il Vaticano: "Farneticazioni"



Il Fatto Quotidiano: 'Complotto per uccidere il Papa'. Il Vaticano: 'Farneticazioni'
10/02/2012, 09:02

ROMA - Uno scoop che, se venisse confermato (ma i giornalisti sembrano assolutamente sicuri) è qualcosa di esclusivo: c'è all'opera un complotto per uccidere Papa Benedetto XVI entro la fine del 2012,  per poi eleggere al suo posto il cardinale Angelo Scola, attuale vescovo di Milano. A svelarlo è il Fatto Quotidiano, che ha anticipato ieri, attraverso la trasmissione "Servizio Pubblico" la sostanza della notizia. C'è un appunto, scritto dal cardinale Castrillon, nel quale si riferisce il contenuto di una conversazione avuta con l'arcivescovo di Palermo Angelo Romeo, a proposito dei colloqui effettuati per la visita del Papa in Cina, effettuati nel novembre scorso. L'appunto - che è scritto in tedesco - riporta il fatto che sarebbe all'opera un complotto per uccidere il Papa, entro 12 mesi dai colloqui (quindi entro novembre 2012). Nel video mostrato ieri a Servizio Pubblico il giornalista che ha riportato la notizia, Marco Lillo, si dimostra sicuro del fatto suo; lo stesso il vicedirettore del quotidiano Marco Travaglio che, presente in studio come opinionista, ha assicurato che sono stati controllati tutti i dettagli ("Avete controllato timbri, timbri sacri e ceralacca?", ha chiesto Santoro. Travaglio ha risposto di sì).
Invece padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, ha negato che ci sia qualcosa di vero, in termini molto duri: "Si tratta evidentemente di farneticazioni che non vanno prese in alcun modo sul serio".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©