Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'identità dell'uomo non è stata ancora accertata

Il giallo: un cadavere nel lago di Paola a Sabaudia

E' stato ritrovato questa mattina dalla Guardia di Finanza

Il giallo: un cadavere nel lago di Paola a Sabaudia
12/03/2012, 20:03

SABAUDIA - Quasi la trama di un film, ma si tratta di una tragica storia vera, un giallo ancora irrisolto. A Sabaudia, cittadina in provincia di Latina, nel lago di Paola è affiorato oggi il cadavere di un uomo ancora non identificato. Il cadavere ha una profonda ferita sul lato destro della testa, forse si tratta di un proiettile. Il collo e il torace dell'uomo erano legati da una cinta da sub con tanto di quei pesi che servono per le immersioni subacquee. Il cadavere dell'uomo doveva sparire per sempre nelle acque del lago di Paola, ma stamattina è riaffiorato misteriosamente. E non è stato ritrovato da persone qualunque, bensì dagli uomini delle Fiamme Gialle, impegnati negli allenamenti di canottaggio nel lago. Verso le ore 11 hanno visto una sagoma galleggiare nell'acqua. Tutto davanti al Circolo canottieri della Guardia di Finanza. Dal ritrovamento alla telefonata al 118 è passato poco, giusto il tempo di avvertire anche i vigili del Fuoco, che hanno dato una mano nelle operazioni. Le indagini sono portate avanti dai carabinieri del comando provinciale di Latina. Il cadavere non ha un nome, non un'identità. Non è stato trovato nessun documento. Il corpo fa pensare a un italiano sui 60 anni. Sembra che il cadavere sia stato gettato in acqua da pochi giorni e probabilmente anche la sua morte risale a qualche giorno. Non viene escluso dagli inquirenti l'omicidio. I carabinieri stanno analizzando tutte le denunce di scomparsa della zona, ma non sono le uniche piste. L'autopsia naturalmente chiarirà ulteriori dettagli della morte dell'uomo, che probabilmente ritornerà ad avere un nome, un'identità.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©