Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La stima del Ros su viaggi, regali,prostituzioni e appalti

Il giro di regali della "cricca" vale un milione di euro


Il giro di regali della 'cricca' vale un milione di euro
13/06/2010, 18:06

FIRENZE - I carabinieri del Ros, in un allegato dell’informativa che cerca riscontri a intercettazioni telefoniche e pedinamenti, tentano di prodursi in una stima del valore totale del giro di "regali" messo in piedi dalla presunta "cricca". Al netto dei decimali ed arrotondando per difetto, come si legge anche sul "Corriere della Sera", l'intera cifra ammonterebbe a circa un milione di euro.
L'indotto considerato, come intuibile, è quello riferito alle attività sottobanco di Diego Anemone ed Angelo Balducci. I due, durante la loro frenetica attività, si adoperano infatti per contrattare scambi merce di vario titolo che, per gli inquirenti, rappresentano nient'altro che tangenti mascherate. Si tratta in prevalenza di orologi di grosso valore, viaggi-vacanze in localià prestigiose, ristrutturazioni, assunzioni fasulle o immotivate ed un vero e proprio piccolo giro di prostituzione.
I pm hanno ad esempio scoperto che, una delle avvenenti signorine messe a disposizione del provveditore alle Opere Pubbliche toscane Fabio de Santis, in realtà lavorava come cassiera al Salaria Sport Village. La fattura emessa dall'Hotel Fenix di Roma (all'interno del quale De Santis si è incontrato con la ragazza) è infatti stata intestata proprio all'impiegata del noto centro benessere. Ma come si sottolinea su Corriere, la voce legata agli scambi sessuali è minoritoria rispetto a quella, decisamente più corposa, delle assunzioni sospette (inutili o farlocche). Qualche esempio? 
Valentina Sciarra, figlia della direttrice dell’Edilizia statale al ministero delle Infrastrutture Maria Pia Pallavicini, viene assunta dalla Cobar; ennesima impresa consorziata con una società di Anemone e vincitrice degli appalti per i lavori  al teatro San Carlo di Napoli e per il restauro del museo di Reggio Calabria, (il tutto sempre inerente alle fruttuosissime Celebrazioni del 150˚ anniversario dell’Unità d’Italia).
La Sciarra, nonostante sia a quel punto stipendiata da un privato, continua comunque a lavorare negli uffici della Ferratella e cioè alle dirette dipendenze di quel Mauro Della Giovampaola ex attuatore del G8 per la maddalena ed arrestato lo scorso 10 febbraio.
Da capogiro, poi, i conti pagati in contanti durante le varie cene eccellenti tra i soliti Balducci, Anemone, lo stesso Della Giovampaola e Francesco Piscicelli. Da "Bolognese", celebre ristorante capitolino, il conto pagato da Piscicelli sfiora i 2000 euro. Nel 2009, tanto per citare un altro esempio, una cena al Four Seasons di Firenze con sette tavoli e seratina privata, viene a fare 22.000 euro (del resto si festeggia la nomina di De Santis e non si bada a spese).

L'ASSUNZIONE DEGLI INCOMPETENTI
Tornando al delicato tema delle assuzioni, i pm di Firenze, sono oramai persuasi che l'intero appalto della Scuola Marescialli sia stato truccato con enorme danno per i contribuenti. La chiave dell'indagine sarebbe rappresentata dalla testimonianza fornita dal professore Remo Calzona, che fu il responsabile del progetto della struttura.
Interpellato dai magistrati riguardo la Commissione che, formata nel 2009,  avrebbe dovuto inventarsi una soluzione per superare lo stato di blocco del cantiere, il prof risponde così:"Il ministro (Matteoli, ndr) chiama Balducci perché nomini una commissione di tre persone incompetenti, lo dimostro perché... incompetenti a dare un parere sulla resistenza sismica di questi edifici. Loro girano, si arrampicano e compagnia bella, ma non riescono a dimostrare veramente nulla". La Commissione è stata infatti creata per esprimere un autorevole parere riguardo il coefficiente sismico dell'edificio in costruzione al fine di estromettere la ditta Astaldi per restituire nuovamente la titolarità dei lavori alla Baldassini Tognozzi Pontello di Riccardo Fusi (la ditta responsabile del primo stallo cantieristico).
La commissione di "esperti" è formata dal trio De Santis, Sergio Albanesi e Andrea Ferrante e alla fine si esprimerà in favore di un'altra sospensione dei lavori per poi riaffidare l'appalto all Btp. Così Calzona descrive i tre commissari speciali:"Ferrante è un povero funzionario amministrativo... De Santis è un miracolato, Albanesi è abilissimo nell’ambito delle procedure amministrative ma non in queste cose".

MATTEOLI SI DICE SERENO
Dopo aver appreso della possibilità più che plausibile di trovarsi coinvolto nelle indagini che investono l'oramai celebre "cricca", il ministro Altero Matteoli si è detto " sereno" visto che "non ho ricevuto un avviso di garanzia. Ho completa fiducia nella magistratura, e il fatto che io riceva qualcuno alla presenza di un funzionario è il mio modo di lavorare. Quando viene un imprenditore non lo ricevo mai da solo ma alla presenza di collaboratori". Il commento di Matteoli è riferito in particolare ai dettagli emersi riguardo al pranzo all’Harry’s bar di Roma avvenuto in compagnia di Denis Verdini, dell'imprenditore Fusi e di un suo funzionario.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©