Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

IdV: “MInzolini meglio di Mago Silvan”

Il “giudice Minzolini” prende le difese del premier

Il Pd attacca: “Tg1 fazioso e schierato”

Il “giudice Minzolini” prende le difese del premier
18/01/2011, 22:01

Ormai è inutile che il presidente del Consiglio si presenti dinanzi ai Magistrati per chiarire la sua posizione, come farebbe qualsiasi cittadino. Le sentenze vengono emesse direttamente presso il Tribunale Minzolini. Il Tg1 della Rai per intenderci. Nel rispetto del codice della deontologia giornalistica, il “giudice Augusto Minzolini” ha sfornato anche questa sera la sua informazione “faziosa e schierata”, così come è stata definita in un attacco da parte del Pd, a favore del premier. Ovviamente sul caso che sta sconvolgendo il Paese intero: lo scandalo Ruby. Dopo l’effetto anestetizzante di ieri, caratterizzato da una vera e propria omissione degli sviluppi riguardanti le indagini sul premier (a tal proposito dall’Idv era arrivata la critica “Minzolini meglio di mago Silvan” nel far scomparire le notizie) , oggi il Tg1 cambia metodo e, ancora una volta, “omette quel ruolo di corretta e imparziale informazione a cui è tenuto dal contratto di servizio e veste i panni - afferma infatti al riguardo il coordinatore della segreteria del Pd Maurizio Migliavacca - di portavoce del governo”. Questa sera il direttore del Tg1 si è spinto oltre e ha fatto di più. Nella consueta edizione serale, infatti, ha tirato in ballo l'ex Presidente Leone negli anni '70. Così, improvvisamente, nei servizi del Tg1 trasmessi questa sera, le vicende di Ruby e del presidente del Consiglio diventano il prodotto di una bufera mediatica, addirittura, a suggerire che Berlusconi potrebbe diventare una vittima del sistema dei giudici e dei media, come già accaduto con il presidente della Repubblica Giovanni Leone. Il servizio del Tg1 ha spiegato, infatti, che Leone fu accusato di alcune cose dalla stampa, ma alla fine Camilla Cederna e il settimanale l’Espresso, autore delle accuse, vennero condannati per diffamazione dei figli di Leone. Palese il messaggio voluto lanciare dal direttore del Tg1: sul caso Berlusconi si tratta solo di bufera mediatica.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©