Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Mattino consegna giornale 'romanizzato' ad azienda


Il Mattino consegna giornale 'romanizzato' ad azienda
27/04/2009, 18:04

(Velino) - "La testata e' quella storica: Il Mattino. Ma a firmare il giornale sono i Sette Re di Roma. E' la provocazione del Comitato di redazione del Mattino che oggi in via Barberini 28 a Roma consegna la prima pagina del Mattino 'romanizzato' agli azionisti della Caltagirone Editore, che si riuniscono per l'assemblea annuale. L'azienda - si legge in una nota - ha presentato un piano di ristrutturazione per il giornale napoletano che, oltre al taglio del 25 per cento dei giornalisti, prevede la chiusura della redazione capitolina con l'utilizzo di 'conoscenze presenti nelle testate del gruppo', ovvero firme del Messaggero, per seguire fatti di politica, economia, cultura anche di specifico interesse per il Mezzogiorno". "Sui tagli si puo' discutere - si legge nell'editoriale - quel che non e' trattabile e' l'identita' del giornale". "Sul Mattino preparato dal cdr, Romolo intervista Alemanno sul federalismo fiscale; Numa Pompilio scrive un approfondimento sui fondi per Roma capitale; Tullo Ostilio da' la notizia che gli ospedali del Lazio non chiuderanno mentre sara' dimezzato il numero dei 'Pronto soccorso' al Sud; Anco Marzio scrive che Capodichino non sara' piu' collegata con Linate, al contrario di Fiumicino; Tarquinio Prisco riporta una ricerca secondo la quale gli spot in romanesco funzionano meglio di quelli in napoletano; Servio Tullio da' la notizia che le prossime puntate di i'Un posto al sole' si gireranno a Cinecitta'; infine Tarquinio il Superbo commenta la vittoria del Napoli all'Olimpico con la Roma prendendosela con gli arbitri".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©