Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Oggi riprende l'udienza per il processo sul delitto di Sarah

Il memoriale di Michele Misseri: "L'ho uccisa io"

Il contadino di Avetrana dice di essere l'unico omicida

Il memoriale di Michele Misseri: 'L'ho uccisa io'
17/10/2011, 11:10

''Consegnero' personalmente il mio memoriale al giudice con tutta la mia verita' su come sono andate le cose dall'inizio alla fine''.Con queste parole Michele Misseri, accusato di aver soppresso il cadavere della nipote quindicenne Sarah Scazzi, ha risposto ad un'intervista a "Domenica Cinque". L'agricoltore di Avetrana, dopo aver confessato il delitto facendo ritrovare il cadavere, ha poi accusato del delitto la figlia secondogenita Sabrina, che e' detenuta per questo insieme alla madre, Cosima Serrano. Da diversi mesi, pero', Michele Misseri scrive lettere e dichiara di essere lui l'unico autore dell'omicidio e della soppressione del corpo di Sarah. ''Venerdi' in Tribunale - ha detto ancora Michele Misseri nell'intervista odierna - ho visto mia figlia e mia moglie cariche di odio nei miei confronti. Io non sono riuscito a parlare perche' la notte ero stato male: qualcuno aveva buttato delle bottiglie e un cappio nel mio cancello come a volermi dire che mi dovevo ammazzare". Intanto a mezzogiorno riprenderà l'udienza preliminare per il processo sul delitto della quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto 2010. Oggi è il giorno di Sabrina Misseri, che ha chiesto attraverso i suoi legali di poter rilasciare dichiarazioni. Subito dopo saranno rese dichiarazioni spontanee da Carmine Misseri, zio di Sabrina e fratello di Michele Misseri, accusato di aver aiutato quest'ultimo a sopprimere il cadavere di Sarah.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©