Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I residenti di Licola avviano una protesta

Il mercato dei corpi: cresce il fenomeno nei Campi Flegrei


Il mercato dei corpi: cresce il fenomeno nei Campi Flegrei
16/09/2010, 16:09

POZZUOLI (NA) - Incollate ai muri, alle fermate dei mezzi pubblici o sedute ai confini delle campagne.
Provenienti dall’Africa e dall’Europa dell’Est, hanno occhi aperti e tacchi pronti a girare all’arrivo di qualche volante.
Sulla Domiziana e sulle arterie di Licola, davanti ad automobilisti di passaggio e a residenti, le lucciole, in abiti succinti, adescano i clienti.
Mi chiedo come fanno quelle mamme che accompagnano i bimbi a scuola in via Madonna del Pantano ed assistono ad uno spettacolo indecoroso: le prostitute e dopo un centinaio di metri la scuola. Tutto ciò è normale nel 2010?” protesta un cittadino, manifestando con tono inorridito tutto il suo disappunto.
Esasperati dal fenomeno dilagante della prostituzione, alcuni residenti di Licola anticipano il progetto di avviare una forma di protesta.
La periferia di Pozzuoli sembra dunque pronta ad accendere i riflettori su quello che ormai si è trasformato in un disagio difficile da sopportare per chi vive nella zona.
“Dove sono le istituzioni volte a focalizzare controlli e dunque ad arginare il fenomeno?”.
Un interrogativo legittimo che continua a propagarsi nel vuoto dell’indifferenza manifestata, ad oggi, dagli enti e dalle autorità locali di competenza.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©