Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli italiani scelgono gli acquisti "equi" on-line

Il Natale 2010 si tinge di solidarietà


Il Natale 2010 si tinge di solidarietà
06/12/2010, 18:12

ROMA – Il Natale quest’anno sarà un po’ più equo-solidale. Sempre più italiani scelgono, infatti, i doni provenienti dai paesi del Terzo Mondo, sperando così di dare un contributo alle popolazioni più povere. A scegliere il regalo socialmente utile, soprattutto i più giovani ed i cybernauti: è  Internet il crocevia dove scegliere oggetti realizzati a mano e, a volte, itrovabili nei negozi tradizionali.
Basta cliccare su alcuni siti per avere un assaggio di cosa poter comprare: si parte dall’associazione “Altromercato”, che ha addirittura creato un test per individuare il dono perfetto. Cappelli, guanti e borse provenienti dal Nepal ma anche gioielli, cornici e prodotti per il corpo per lei; torroncini, cibo e accessori moda per lui. Ce n’è davvero per tutti i gusti.
Altro sito, altri acquisti. Con Amref, l’organizzazione che si occupa di offrire aiuti sul territorio africano, è possibile scegliere il “pacco di Natale”, da costi diversi: con 20 euro si donano taniche per l'acqua o attrezzature mediche, con 30 un banco per due bambini o con 360 euro un sostegno a distanza. Inoltre, si può comprare l' "attestato del cuore", personalizzandone il contenuto direttamente online scegliendo quale progetto sostenere. La videocartolina natalizia con Giobbe Covatta, che possono inviare sia i sostenitori privati sia le aziende, è anche quella reperibile sul sito. Nè possono mancare i gadget natalizi: la palla di Natale per l'albero, un presepe africano realizzato da artigiani kenioti e dei biglietti di auguri illustrati da artisti africani.
Sul sito web della Ong “Terre de Hommes”, infine, si trovano t-shirt, cd, zaini e pelletteria varia. Su tutti, comunque, spicca il regalo più importante: quello della solidarietà.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©