Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Forti piogge e brusco calo delle temperature

Il nord Italia nella “morsa” del maltempo


Il nord Italia nella “morsa” del maltempo
24/05/2013, 09:21

ROMA – Il nord  Italia nella “morsa” del maltempo.  Forti piogge, brusco calo delle temperature e, in qualche caso, persino neve, stanno caratterizzando la situazione meteo nella parte alta della penisola.  E il  bollettino meteo   è decisamente autunnale più che primaverile. Dalla tarda serata di giovedì su Lombardia e Friuli Venezia Giulia si sono abbattute piogge diffuse e sono previste nevicate attorno ai 900 metri. Allerta per l'ingrossamento dei fiumi. In Emilia-Romagna, la protezione civile, ha prolungato l’allerta  sino alle 15 di lunedì 27 maggio l'allerta della protezione dell'Emilia-Romagna per criticità idrogeologica per tutta la fascia appenninica e per la zona collinare Parma-Piacenza. In relazione alle piogge cumulate nei mesi invernali - spiega il bollettino - al grado di saturazione dei terreni, alle criticità in atto e considerato il perdurare dell'instabilità meteo, viene prolungata la fase di attenzione. Acqua alta a Venezia:  si toccheranno i 110 cm -   Alle 22.45 sarà raggiunta una massima tra i 110 e i 115 cm, sabato alle ore 23.20 una massima di 110 cm. All'origine della previsione è la situazione di instabilità per l'approfondirsi di una saccatura sul basso Adriatico, in coincidenza con l'arrivo di un nucleo di aria di fredda dal nord Europa e con livelli astronomici di marea piuttosto elevati (tra 77 e 80 cm) in fase di sizigia per il plenilunio. Sul Friuli piogge e nevicate oltre i 1000 m - Sul Friuli Venezia Giulia oltre a piogge diffuse, anche intense su monti e pianura, sono arrivate nevicate sopra i 1000 metri. Sulla costa si prevedono piogge abbondanti e possibili temporali e mareggiate. Si temono situazioni di crisi nella rete idrografica minore e di drenaggio urbano, l'innalzamento del livello dei corsi d'acqua e locali fenomeni di instabilità dei pendii. Sulla costa possibili disagi dovuti al fenomeno dell'acqua alta. Infine, in Trentino,  la  quota neve è mediamente a 900 metri, ma localmente potrà risultare anche più bassa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©